Le lenti progressive fotocromatiche sono dette anche “lenti intelligenti”, proprio perché hanno la capacità di scurirsi autonomamente, non appena vengono esposte ai raggi solari. In seguito, quando termina tale esposizione, si schiariscono sempre in modo autonomo, ritornando alla loro originaria trasparenza.

Questa “intelligenza” è accompagnata dal fatto che la mutazione di colore avviene in maniera graduale, permettendo all’occhio di adattarsi all’intensità della luce, donando comfort e mettendo da parte l’affaticamento. Ma quali sono le altre caratteristiche da non sottovalutare? Partiamo dalle basi.

Gli occhi vanno protetti dal sole

Parlando di lenti progressive fotocromatiche, è utile considerare che un’eccessiva esposizione ai raggi UV potrebbe rivelarsi davvero dannosa a livello oculare, soprattutto in luoghi con molto riverbero luminoso, come ad esempio le spiagge o le piste da sci, dove l’intensità della luce viene ulteriormente amplificata.

L’esposizione prolungata ai raggi UV potrebbe comportare iinfiammazioni alla cornea e alla congiuntiva. I principali sintomi scaturiti da questi danni provocati dai raggi solari sono:

• lacrimazione;
• dolore;
• gonfiore alle palpebre;
• vista ridotta/annebbiata.

A lungo andare, l’esposizione prolungata ai raggi solari può causare persino danni gravi, quali:

• cataratta
• degenerazioni maculari (che provocano la morte cellulare della retina, compromettendo quindi la visione nell’area centrale).

I vantaggi offerti dalle lenti progressive fotocromatiche

Considerando la necessità di proteggere l’occhio dai raggi solari e UV, ma anche le principali potenzialità delle lenti fotocromatiche, è chiaro che queste ultime possono rivelarsi una valida soluzione. Infatti, scurendosi proteggono il bulbo oculare in modo ottimale. Permettono inoltre di evitare la continua alternanza fra occhiali da vista e occhiali da sole, soprattutto nel passaggio da un ambiente chiuso ad uno all’aperto.

Tra gli altri vantaggi offerti da questi intelligenti dispositivi ottici, troviamo:

  • una visione confortevole con qualunque tipo di illuminazione;
  • un’ottima protezione dai riflessi, grazie appunto alla loro capacità di adattamento alla luce;
  • una valida protezione sia dai raggi UVA che da quelli UVB.

Infine, non dobbiamo dimenticare le potenzialità delle lenti progressive: consentono di avvalersi di una perfetta messa a fuoco alle varie distanze e correggono più di un difetto visivo. Queste particolarità sono date dalla funzionale struttura della lente, dotata di differenti poteri correttivi.

Le lenti progressive fotocromatiche alla guida

Quando si tratta di lenti progressive fotocromatiche, è importante considerare anche i loro limiti, che si presentano soprattutto durante la guida. Infatti, i parabrezza delle auto assorbono già i raggi solari. Proprio per questo, durante la guida e all’interno dell’abitacolo, le lenti non possono scurirsi efficientemente come accade nei casi di esposizione diretta.

Pertanto, dovrete tenere presente che, per quanto le lenti fotocromatiche siano un’ottima alternativa all’occhiale da sole, non sono però in grado di sostituirli completamente. Anche in condizioni di forte riverbero, come in spiaggia o in prossimità di specchi d’acqua, potrebbero non funzionare come nelle altre situazioni.

Perciò, in alcune eventualità, è comunque raccomandabile avvalersi di un paio di occhiali da sole graduati e personalizzati in base alle proprie specifiche esigenze.

Da Ottica Caradonna potrete trovare una vasta gamma di soluzioni e potrete conoscere nel dettaglio tutte le caratteristiche delle lenti progressive fotocromatiche. Vi aiuteremo a trovare una soluzione perfetta, nonché un prodotto in grado di migliorare la vostra quotidianità in maniera esemplare.