Quando si è alla ricerca di montature occhiali da vista per lenti progressive, le domande e i dubbi non mancano. Ci si chiede se si dovrebbero prediligere particolari design oppure no, e anche se ci si potrebbe basare semplicemente sulle proprie preferenze. Con questi presupposti, abbiamo deciso di parlarvene in questo articolo, dandovi alcuni consigli che potranno tramutarsi in una piccola e utile guida alla scelta.

Le montature non sono tutte uguali e per le lenti progressive servirebbe quel qualcosa in più…

È chiaro che le preferenze personali non vanno mai sottovalutate. In fondo, gli occhiali sono importanti e possono diventare non solo parte della quotidianità di una persona, ma anche della sua personalità. Ad ogni modo, bisogna considerare persino altri dettagli.

Infatti, quando si tratta di montature di occhiali da vista per lenti progressive, sarebbe opportuno scegliere un design che consenta alla lente di mettersi nella posizione corretta, di fronte all’occhio, e soprattutto di avere le dimensioni giuste. In questo modo, sarà possibile favorire la corretta visione e una comoda e fluida transizione tra un’area di visione e un’altra. Per questi motivi, molti ottici suggeriscono di prediligere una montatura alta, accompagnata da una lente che non sia troppo piccola.

Oltre a considerare questi dettagli e i gusti personali, per la scelta del modello sarà comunque importante basarsi sulle caratteristiche morfologiche della persona.

Valutando tutti questi elementi, si potrà arrivare a “restringere il cerchio”, creando una piccola selezione delle migliori montature occhiali da vista per lenti progressive, tra le quali si potrà scegliere un prodotto capace di soddisfare esigenze e preferenze, e di sfruttare appieno (e con più facilità) i poteri correttivi e le principali caratteristiche della lente.

Altri dettagli da non sottovalutare

Parlando in particolare della lente, è utile sapere che scegliere una montatura abbastanza grande è fondamentale. Nello specifico, bisogna considerare che, se l’altezza della montatura è ridotta e la lente è troppo bassa e piccola, si vanno a sacrificare le eccezionali proprietà della lente stessa, che offre diversi poteri correttivi e una transizione praticamente impercettibile tra un campo di visione e l’altro.

Pertanto, ad esempio, non vanno bene i modelli sottili usati per la realizzazione dei classici occhiali da lettura che troviamo ovunque. Tra le montature di occhiali da vista per lenti progressive meno adatte ci sono persino quelle a giorno (lenti accompagnate solamente dalle aste laterali) e quelle provviste di una struttura parziale, che quindi fa da contorno alla lente solo in parte.

E il materiale?

Infine, forma e misure a parte, non dobbiamo dimenticare che anche il materiale con cui è stato realizzato il prodotto ha la sua importanza. Di certo, non si tratta di un fattore particolarmente determinante durante la scelta, ma merita comunque la nostra attenzione. Infatti, considerando il costante e prolungato utilizzo degli occhiali, si consiglia di puntare su materiali leggeri, resistenti e anallergici.

Noi di Ottica Caradonna puntiamo da sempre sulle proposte di marchi leader del settore, quali Masunaga, Caroline Abram, Woow, Andy Wolf, Moscot, Saraghina, Kaleos, Ray Ban, Emporio Armani, Persol, Tiffany, Cartier, Gucci e molti altri. Da anni ci impegniamo a garantire un supporto costante al cliente, dalla scelta alla fase successiva all’acquisto. Perciò, ci mettiamo dalla vostra parte a 360 gradi, per la vostra ricerca di montature di occhiali da vista per lenti progressive e non solo. Vi aspettiamo!