Sono in molti a farsi questa domanda: lenti antiriflesso, sì o no? Pertanto, abbiamo deciso di parlarvene in questo articolo, affrontando l’argomento nel modo più dettagliato possibile. Cominciamo subito.

L’uso degli occhiali giusti fa sempre la differenza

Se soffrite di un disturbo visivo e l’oculista vi ha prescritto l’uso degli occhiali, vi sarà forse capitato di sentirvi proporre le lenti antiriflesso. Una delle primissime cose che noi ottici proponiamo quando si ordina un occhiale è infatti questo particolare trattamento, utile per evitare appunto i problemi derivati dall’effetto dei riflessi della luce.

Si tratta di una caratteristica che oggi è diventata piuttosto basilare quando si tratta di occhiali da vista, in quanto può comportare diversi benefici all’utilizzatore. Pertanto, questo trattamento viene consigliato ogni volta che si va ad acquistare un buon occhiale.

Nonostante questo, però, sono in molti a porsi il quesito: lenti antiriflesso, sì o no? Infatti, non tutti conoscono le potenzialità di questi dispositivi ottici. Andiamo a scoprirle.

Cos’è esattamente il trattamento antiriflesso?

Il trattamento antiriflesso si presenta come una procedura estremamente semplice: consiste nell’applicare sulla superficie delle lenti un particolare film. Si tratta di uno strato sottilissimo, composto da sali minerali oppure ossidi di metallo.

Grazie all’avanzare della tecnologia in campo ottico, questo trattamento introdotto per la prima volta nell’ormai lontano 1935 è diventato praticamente una procedura standard. Perciò, il film antiriflesso è stato implementato nella maggior parte delle lenti disponibili sul mercato.

In alcuni casi, però, può trattarsi di un’opzione aggiuntiva, che viene considerata in base alle richieste e alle necessità del cliente. In questa eventualità, si andranno a realizzare delle lenti personalizzate e l’ottico potrà proporre questa soluzione, a fronte di una piccola spesa.

Quali vantaggi si ottengono dal trattamento antiriflesso?

Per rispondere correttamente alla domanda “lenti antiriflesso, sì o no?”, è importante analizzare nel dettaglio i benefici proposti da queste lenti. Il vantaggio più evidente è senz’altro questo: le lenti, quando sottoposte a questo trattamento, riescono ad evitare che vengano riflesse su di esse le immagini presenti nelle immediate vicinanze.

Questi riflessi si verificano soprattutto in quelle situazioni in cui sono presenti luci artificiali, come ad esempio quelle provenienti dai lampioni o dai fari delle auto durante la notte, o quelle alle quali si è sottoposti quando ci si trova davanti allo schermo di un computer. Eliminando questi riflessi, si ottiene quindi una visione migliorata, che si traduce in un effetto più riposante da parte della lente.

Le lenti antiriflesso sono perciò una scelta praticamente essenziale per tutti coloro che sono costantemente a contatto con fonti luminose, e persino per chi lavora al pc. In realtà, però, sono utili per tutti. Infatti, i riflessi sono un problema per chiunque deve indossare gli occhiali per correggere specifici disturbi visivi.

Lenti antiriflesso: sì o no? Ecco la risposta definitiva

Tornando nuovamente alla domanda iniziale, ovvero “lenti antiriflesso, sì o no?”, è chiaro che, alla luce di quanto abbiamo visto, la risposta non può che essere “sì”.

I vantaggi, soprattutto per chi porta sempre gli occhiali, sono indiscutibili, e non esistono controindicazioni o svantaggi degni di nota. Avrete non solo una visione più chiara e più nitida, ma anche un maggior effetto riposante dato dall’assenza di “immagini non desiderate” sulla lente.

Il costo, quando non è incluso nel prezzo della lente, non è molto alto. In ogni caso, è ampiamente ricompensato dai vantaggi offerti. Pertanto… Lenti antiriflesso, sì o no? Decisamente sì. Potrete effettuare questo piccolo investimento affidandovi allo staff di Ottica Caradonna: vi consiglieremo i prodotti migliori e la soluzione più giusta per voi.