Se vi state chiedendo cosa sono le lenti progressive, probabilmente vi sono state consigliate dall’oculista e desiderate saperne di più. Per soddisfare questa esigenza, abbiamo deciso di creare un articolo interamente dedicato a questo innovativo prodotto ottico. Cominciamo subito.

Lenti progressive: di cosa si tratta?

Le lenti progressive rappresentano una soluzione tecnologicamente avanzata. Infatti, permettono a chi ha la necessità di correggere difetti visivi differenti (ad esempio un individuo miope che comincia a soffrire di presbiopia) di trovare il benessere e il comfort visivo che stava cercando, senza il bisogno di usare due diversi paia di occhiali.

Come funzionano queste lenti?

Per rispondere correttamente alla domanda iniziale – ovvero “cosa sono le lenti progressive?” – è utile dire che parliamo di un prodotto che con gli anni è stato notevolmente migliorato. In pratica, è nato per garantire più poteri correttivi e per ottimizzare la visione alle varie distanze, e ad oggi è capace di promuovere un’ottimale messa a fuoco, attraverso la presenza di tre principali aree di correzione:

  • la parte superiore della lente è capace di favorire la corretta visione da lontano;
  • la parte intermedia è costituita da un sistema ingegnoso, che consente una costante e graduale variazione di potere correttivo (una sorta di “imbuto”, altrimenti detto “canale di progressione”) per la visione alle distanze intermedie (da 2 metri a 50 centimetri);
  • la parte inferiore, infine, è predisposta per ottenere una visione perfetta alle brevi distanze (in genere 35 – 40 centimetri) e quindi rende possibili attività come la lettura.

Le aree laterali delle lenti progressive vengono definite con il termine di “aree di aberrazione” e sono le zone in cui l’evoluzione tecnologica non ha ancora permesso di avere una visione nitida come quella che si ha grazie alla parte centrale. Tuttavia, attualmente, il problema è stato quasi completamente eliminato.

Per capire esattamente cosa sono le lenti progressive, vediamo quali sono i vantaggi correlati al loro utilizzo

I vantaggi derivanti dall’utilizzo di lenti progressive sono facilmente intuibili: grazie ad esse, i fruitori trovano una soluzione ai loro difetti visivi con un solo paio di occhiali. Tra l’altro, il loro impiego nella vita quotidiana è particolarmente semplice. La struttura geometrica della lente, infatti, ripercorre il movimento naturale che viene fatto da ogni individuo quando intende mettere a fuoco oggetti posti a diverse distanze.

In più, è utile considerare che le lenti progressive di ultima generazione sono estremamente accurate e non presentano linee di stacco tra un’area e l’altra. Pertanto, rendono la visione più lineare e nitida, senza affaticare l’occhio.

Infine, considerando l’ampia scelta di montature, questi occhiali possono risultare altamente gradevoli da un punto di vista puramente estetico e in grado di rispecchiare la personalità dell’utilizzatore. Queste lenti sono disponibili anche in versione colorata per gli occhiali da sole.

Alcuni consigli per voi

A tutti coloro che intendono avvalersi di lenti progressive, è vivamente consigliato di rivolgersi ad un professionista del settore. Il prodotto, infatti, oltre ad essere tecnologicamente avanzato, viene costruito su misura per il paziente. In più, bisogna considerare che il grado di personalizzazione dipende non solo in base all’entità del difetto visivo, ma anche alla postura dell’individuo, alla forma della testa e alla distanza degli occhi. Perciò, è chiaro che sapere cosa sono le lenti progressive non basta: è il supporto dell’ottico a fare la differenza!